Domanda di brevetto per invenzione: deposito cartaceo

Dal 2 febbraio 2015 le domande inerenti marchi, brevetti o disegni possono essere agli sportelli abilitati delle Camere di commercio, senza vincolo territoriale oppure con invio telematico da postazione remota sul portale UIBM.

Presentazione agli sportelli delle Camere di commercio

Le Camere di commercio continuano a ricevere il deposito in formato cartaceo delle domande di brevetto mediante la nuova modulistica pubblicata dall'UIBM.

La domanda può essere presentata:

  • dall'interessato (il modulo deve essere firmato dal richiedente);
  • da un terzo depositante (il modulo deve essere firmato dal richiedente prima di depositarlo e dal depositante al momento della consegna allo sportello);
  • da un terzo incaricato iscritto all'Albo dei consulenti in proprietà industriale o avvocato, che agisce in nome e per conto del richiedente.

Non è possibile l'invio a mezzo posta alle Camere di commercio.

 

All'atto del deposito, occorre produrre quanto segue:

  • modulo INV-RI e i relativi eventuali fogli aggiuntivi, scaricabili dal sito dell'UIBM.
    I moduli devono stampati su fogli formato A4 (una sola pagina per foglio, non fronte/retro).
    Per il deposito da parte del richiedente, selezionare i moduli nella versione “Modulo per richiedente”.
  • Riassunto (1 copia), sottoscritto verticalmente nel margine destro e in calce all’ultima pagina dal richiedente: esso specifica sinteticamente l'invenzione, consistendo in un breve sunto a meri fini informativi, volto a evidenziare il campo di applicazione e le principali caratteristiche tecniche del trovato. Non deve contenere disegni e deve essere allegato come documento autonomo, cioè su foglio a parte rispetto a descrizione e rivendicazioni;
  • Descrizione del trovato (1 copia), sottoscritta verticalmente nel margine destro e in calce all’ultima pagina dal richiedente: essa deve essere sufficientemente chiara e completa perché un esperto del settore possa attuare l'invenzione. Il testo della descrizione può contenere formule chimiche, matematiche o grafiche, ma non disegni. Le indicazioni di pesi o misure devono essere date secondo il sistema metrico decimale e le temperature in gradi centigradi.
    Normalmente essa è articolata nei seguenti punti: un riferimento sommario al settore della tecnica cui si rivolge l’invenzione; un breve riferimento allo stato della tecnica noto (svantaggi, mancanze, rischi); il problema tecnico che l’inventore intende risolvere; la spiegazione del principio sul quale si basa la soluzione; la spiegazione del vantaggio offerto dall’invenzione; la spiegazione dettagliata di almeno un esempio di attuazione dell'invenzione; una breve descrizione delle figure o dei disegni (se allegati alla domanda).
    È facoltativo allegare una copia della traduzione in lingua inglese della descrizione;
  • Rivendicazioni (1 copia), sottoscritte verticalmente nel margine destro e in calce all’ultima pagina dal richiedente: esse definiscono le caratteristiche tecniche specifiche dell'invenzione per le quali si chiede protezione. Devono essere chiare, concise, trovare supporto nella descrizione ma essere redatte su pagine separate dalla stessa e devono essere indicate con numeri arabi progressivi. In genere si distingue tra la rivendicazione principale (prima rivendicazione citata detta “rivendicazione indipendente”) e le rivendicazioni secondarie (ulteriori rivendicazioni citate dette “rivendicazioni secondarie”): la prima descrive le caratteristiche essenziali dell’invenzione, mentre le seconde possono descrivere, ciascuna, una particolare forma di realizzazione o un particolare modo di attuazione dell'invenzione. Ogni rivendicazione deve riferirsi ad una sola delle parti essenziali e nuove del trovato;
  • Traduzione in lingua inglese delle rivendicazioni (1 copia), sottoscritta verticalmente nel margine destro e in calce all’ultima pagina dal richiedente, oppure, in alternativa, il pagamento di 200 euro come tassa di ricerca;
  • Tavole dei disegni illustrative del trovato (1 copia): ogni tavola deve essere firmata in originale dal richiedente e numerata progressivamente; i disegni devono essere eseguiti a regola d'arte e tracciati con inchiostro nero indelebile oppure stampati con esclusione di qualsiasi colore. Possono essere eseguiti al computer o a mano. Non sono di regola ammesse riproduzioni fotografiche; sono ammesse le riproduzioni a mezzo Xerox. I numeri o le lettere che ne contraddistinguono le varie parti devono essere richiamati in descrizione. Le tavole non devono contenere alcuna dicitura ad eccezione delle indicazioni necessarie per la loro comprensione ed eventualmente della scala adottata.

Nota: riassunto, descrizione, rivendicazioni e disegni devono essere redatti su carta bianca resistente e non brillante, con linee e caratteri neri su fogli formato A4, occupando una sola facciata (non fronte-retro), con margini di almeno 2,5 cm per ogni lato del foglio; il testo deve essere scritto con interlinea 1,5 e con carattere le cui maiuscole abbiano un'altezza di almeno di 0,21 cm.

Riassunto, descrizione, rivendicazioni devono inoltre avere ciascuno la seguente intestazione:

TITOLO (lo stesso titolo riportato nel modulo di domanda; non deve contenere parole di fantasia)
Invenzione depositata a nome di ................. (riportare i dati del/dei richiedente/i - cognome e nome, o denominazione della società, indirizzo completo, nazionalità - inseriti nel Modulo di domanda)
Inventore/i designato/i (riportare i dati del/degli inventore/i inseriti nel Modulo di domanda)

 

 

Documentazione e pagamenti per il deposito di brevetto per invenzione

  • diritti di segreteria di € 43,00 (di cui 40,00 per la domanda e 3,00 per il rilascio della copia conforme del verbale di deposito, se richiesta), in contanti o con bancomat, al momento della presentazione della domanda;
  • 1 marca da bollo ordinaria ogni 4 pagine, non incollata, in caso di richiesta di rilascio della copia conforme della domanda (richiesta facoltativa);
  • eventuale delega (formato pdf compilabile, 54 kB), firmata dal richiedente, nel caso in cui il depositante (= firmatario del verbale all'atto del deposito) non corrisponda con il richiedente (= titolare del marchio);
  • eventuale lettera d'incarico in bollo, qualora la domanda venga depositata da un terzo incaricato iscritto all'Albo dei consulenti in proprietà industriale o avvocato, che agisce in nome e per conto del richiedente.

 

Al momento del deposito presso la Camera di commercio con modello cartaceo, l'ufficio fornisce all'utente il modello F24 precompilato con gli elementi identificativi corrispondenti al numero della domanda/istanza e ai codici del pagamento, per il pagamento della tassa di concessione governativa.

La ricevuta del deposito, consegnata all'utente, attesta solo l'avvenuta presentazione della domanda/istanza.

La data di validità del deposito coincide con la data del versamento dei diritti o delle tasse, tramite il modello F24.

 

Orario per i depositi in forma cartacea presso la Camera di commercio:

  • dal lunedì al venerdì: dalle ore 9,00 alle ore 12,00
  • martedì e giovedì: dalle ore 14,30 alle ore 15,30.


Tutti i documenti devono essere compilati informaticamente o con macchina da scrivere e quindi non a mano.

È possibile inviare preventivamente copia della documentazione per un preventivo controllo formale della compilazione via e-mail alla sede di Cuneo marchi.brevetti.cuneo@cn.camcom.it oppure alle sedi decentrate di Alba marchi.brevetti.alba@cn.camcom.it, Mondovì ccmondovi@cn.camcom.it o Saluzzo ccsaluzzo@cn.camcom.it.

Valutazione: 
0
No votes yet
Ultima modifica: 31/12/2015 - 09:12

 
Sponsor della Cciaa di Cuneo: