Richieste di pagamento ingannevoli ai nuovi iscritti al Registro imprese

Ci è stato segnalato da alcune nuove imprese che, a distanza di pochi giorni dall'iscrizione al Registro imprese, hanno ricevuto richieste di pagamento ingannevoli tramite bollettini di conto corrente.

Ribadiamo che si tratta di proposte estranee all'ente camerale e assolutamente non obbligatorie.

Nello specifico gli ultimi due casi segnalati sono:

  • richiesta di pagamento tramite bollettino di € 305,00 proveniente dalla società M.B. srl per l'acquisto di un programma di gestione magazzino;
     
  • richiesta di pagamento tramite bollettino di € 262,30 proveniente da Casellario Imprese - imprese settori commercio industria artigianato e agricoltura per comparire nel sito web relativo con rilascio di un certificato di adesione.
     

In caso di dubbi rivolgersi all'ufficio relazioni con il pubblico della Camera di commercio, per verificare se si tratta effettivamente di comunicazione ingannevole e per evitare di incappare in truffe e raggiri.

Contatti: ufficio relazioni con il pubblico -  tel. 0171 319.728-759 - urp@cn.camcom.it

L'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha messo a disposizione delle imprese un utile Vademecum dal titolo "IO NON CI CASCO! Bollettini e moduli ingannevoli"   e il sito www.agcm.it per i consumatori che volessero segnalare presunti casi di pratiche commerciali scorrette, pubblicità ingannevole e occulta.

Data articolo: 
Giovedì, 7 Febbraio, 2019 - 16:15
Ultima modifica: 07/02/2019 - 04:02

 
   
 
 
Sponsor della Cciaa di Cuneo: