Mediazione: cos'è e come si attiva

La mediazione non è un procedimento contenzioso, quindi non conduce a una decisione finale con vincitori e vinti, ma permette alle parti, assistite dal mediatore (ed eventualmente da legali o tecnici), di raggiungere un accordo (conciliazione) che ha valore di contratto.

Per le materie che rientrano nell’ambito di applicazione dell'art. 5 del D.Lgs 28/2010 (mediazione obbligatoria), il verbale di accordo sottoscritto dalle parti e dai loro legali costituisce titolo esecutivo. In tutti gli altri casi l'accordo può essere omologato, su istanza di parte e previo accertamento della regolarità formale, dal Presidente del Tribunale nel cui circondario ha sede l’organismo di mediazione

La nuova procedura di mediazione si applica anche alle materie per le quali era già prevista la conciliazione obbligatoria (telecomunicazioni e subfornitura).

La procedura è disciplinata dal regolamento di mediazione (2,29 mB) adottato da ADR Piemonte, in conformità al Regolamento Unioncamere.

I costi, sostenuti in misura uguale da entrambe le parti, variano in funzione del valore della controversia, come da tariffario (85 kB),approvato in conformità al DM 180/2010.

La mediazione si attiva presentando domanda (181 kB) alla sede cuneese di ADR Piemonte (o alle sedi distaccate di Alba, Mondovì e Saluzzo); la segreteria provvederà a contattare la controparte, invitandola ad aderire al tentativo attraverso la compilazione e la sottoscrizione di un modulo di risposta (file in formato pdf, 174 kB).

 

NOVITA'

Con l'intento di offrire un pratico supporto nella gestione e comprensione delle dinamiche che caratterizzano la mediazione civile e commerciale, una materia in continua evoluzione, ADR Piemonte ha realizzato una nuova pubblicazione, per fornire uno strumento di approfondimento ai professionisti e agli operatori degli organismi di mediazione, scaricabile qui:


 

 

Valutazione: 
0
No votes yet
Ultima modifica: 13/01/2017 - 11:01

 
Sponsor della Cciaa di Cuneo: