Importi diritto annuale 2016

Per l'anno 2016 gli importi del diritto annuale sono stati ridotti del 40% rispetto agli importi del 2014 e sono stati definiti con Circolare del Ministero dello sviluppo economico del 22 dicembre 2015 n. 279880

La Camera di commercio di Cuneo non applica maggiorazioni su tali importi.

Il versamento del diritto annuale 2016, dovuto dalle imprese iscrittte o annotate al Registro delle imprese e dai soggetti iscritti nel Repertorio delle notizie economiche amministrative (REA) al 1° gennaio 2016, deve essere effettuato in via generale entro il 16/06/2016, termine previsto per il pagamento del primo acconto delle imposte sui redditi.

Entro il 30° giorno successivo al termine ordinario, cioè entro il 16 luglio, è comunque possibile effettuare il versamento maggiorando l'importo dello 0,40% a titolo di interesse corrispettivo.
 

SCADENZA ORDINARIA: 16/06/2016, CON PROROGA AL 6 LUGLIO PER I SOGGETTI CON STUDI DI SETTORE

Con Decreto del Presidente dl Consiglio dei Ministri 15 giugno 2016 (21 KB), pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 139 del 16 giugno 2016, è stato prorogato il termine dal 16 giugno al 6 luglio. La proroga riguarda:

• i soggetti che esercitano attività per le quali sono stati approvati gli studi di settore,

• coloro che presentano cause di inapplicabilità o esclusione dagli stessi, compresi i soggetti che adottano il regime fiscale di vantaggio per l’imprenditoria giovanile e i lavoratori in mobilità (i c.d. “minimi”),

• i soggetti che determinano il reddito forfettariamente (i c.d. “forfettari”),

• i soci di società di persone e di società di capitali in regime di trasparenza.

Tutti i soggetti indicati sopra potranno effettuare il versamento del diritto annuale:

a) entro il 6 luglio 2016, senza alcuna maggiorazione;

b) dal 7 luglio 2015 al 22 agosto 2016, maggiorando le somme da versare dello 0,40% a titolo di interesse corrispettivo.

Per le imprese che non rientrano nelle casistiche sopra menzionate la scadenza è il 16 giugno, con possibilità di proroga al 18 luglio con la maggiorazione dello 0,40%.

IMPORTI DEL DIRITTO ANNUALE DAL 1° GENNAIO 2016

Per le imprese tenute al versamento del diritto annuale definito in misura fissa gli importi sono i seguenti:

Tipo di impresa Sede        Unità locale

Imprese individuali iscritte nella sezione speciale del Registro imprese

Importo
dovuto: € 52,80 - Importo da versare:
€ 53*

Importo
dovuto: € 10,56 - Importo da versare: € 11*

Imprese individuali iscritte nella sezione ordinaria del Registro imprese

€ 120 € 24

Società semplici agricole

€ 60 € 12

Società semplici non agricole

€ 120 € 24

Società tra avvocati previste dal D.lgs. n. 96/2001

€ 120 € 24

Soggetti iscritti al REA (solo per la sede)

€ 18  

Imprese con sede principale all’estero: per ciascuna unità locale/sede secondaria

€ 66,00

 

*Nel caso di impresa con una o più unità locali, è necessario in un primo momento calcolare l'importo dovuto senza arrotondamenti e successivamente,  sull'importo finale così ottenuto, applicare l'arrotondamento.
Esempio: impresa individuale € 52,80 per la sede + 1 unità locale € 10,56 = € 63,36 che arrotondato diventa € 63,00 (e non 53+11= 64).

Per le altre imprese iscritte nella sezione ordinaria del Registro imprese, tenute al versamento del diritto annuale commisurato al fatturato, l'importo dovuto è determinato applicando al fatturato 2015 le aliquote (file pdf KB 36) definite con il decreto interministeriale 21 aprile 2011 (file pdf KB 86), mantenendo nella sequenza di calcolo cinque cifre decimali. Gli importi complessivi così determintati dovranno essere ridotti del 40% e, successivamente arrotondati secondo quanto disposto dalla nota n. 19230 del 30/03/2009 (prima arrotondamento alla seconda cifra decimale e poi arrotondamento all'unità di euro, per eccesso, se la frazione decimale è uguale o superiore a 50 centesimi, e per difetto, negli altri casi).

Unità locali
Per ciascuna delle proprie unità locali, le imprese devono versare in favore della Camera di commercio della provincia in cui l'unità locale è ubicata, indicando nella casella "codice ente" la sigla della provincia (per Cuneo: CN), un importo pari al 20% di quello dovuto per la sede.

Arrotondamento
L'importo del diritto annuale da versare è sempre quello arrotondato alla cifra esatta. L'arrotondamento, secondo i criteri dettati nella nota del Ministero dello sviluppo economico n. 19230 del 03.03.2009, va sempre fatto alla fine del calcolo di determinazione del diritto annuale complessivo. (sede + unità locali).

Comunicazione alle imprese di scadenza e importi
Entro il mese di maggio le imprese riceveranno, alla casella di Posta elettronica certificata dichiarata al Registro delle imprese, una lettera informativa con le informazioni per il pagamento del diritto annuale.

 

 

Si ricorda che per le imprese di nuova iscrizione il diritto annuale deve essere pagato al momento dell'iscrizione oppure entro 30 giorni dalla domanda d'iscrizione tramite modello F24.

Documentazione

 

Per le imprese che versano il diritto annuale in base al fatturato, calcola l'importo:

Programma di calcolo automatico per la determinazione del diritto annuale 2016 (file in formato xls, 22 kB)

 

 

Diritto annuale

Mail: 
diritto.annuale@cn.camcom.it
Note: 

Orario:
Mattino, dal lunedì al venerdì: 9.00-12.00
Pomeriggio, il martedì e il giovedì: 14.30-15.30

Telefono: 
0171 318.739-770-820
Valutazione: 
0
No votes yet
Ultima modifica: 21/06/2016 - 02:06
 
Sponsor della Cciaa di Cuneo: